Institutional Research Board (IRB)

Con Deliberazione del Direttore Generale n.349 del 22/12/2016 è stato ricostituito l’IRB (Institutional Research Board) del CRO

Le funzioni dell’IRB, illustrate nel Regolamento sono:

  1. Esprimere un parere sui Protocolli Clinici da inviare al Comitato Etico Unico Regionale del Friuli Venezia Giulia, verificandone la corretta edizione.
  2. Valutare ed esprimere un parere sui progetti di ricerca biomedica che prevedono l’utilizzo di materiale biologico umano, dati clinici derivati da cartelle o altra documentazione sanitaria.
  3. Esprimere parere su protocolli che non verranno inviati al Comitato Etico Indipendente ma necessitano di parere di un organismo istituzionale in quanto:
    a) inviato a Riviste scientifiche che lo richiedano;
    b) associazioni per la presentazione di progetti di ricerca (AIRC, CCM, Framework Programs, ecc);
    c) lo studio non si svolge su pazienti, ma richiede materiale biologico umano e va quindi verificato il rispetto delle normative (p.es. consenso informato);
    d) il ricercatore responsabile ritiene comunque utile ottenere il parere dell’IRB.
  4. Promuovere la qualità scientifica dei ricercatori, la comunicazione istituzionale tra i ricercatori dei vari dipartimenti e di valorizzare le opportunità di ricerca traslazionale.

Il parere dell’IRB è consultivo.
Sulla base di quanto espresso dall’IRB il Direttore Scientifico può chiedere al Ricercatore Responsabile di studio spontaneo CRO di modificare o di ritirare il proprio protocollo di ricerca.
Nel caso di studio sponsorizzato profit/no profit il Direttore Scientifico ha la facoltà di negarne la fattibilità.

Modalità di invio e gestione dei documenti, tempistica.

Tutti i ricercatori possono sottomettere in qualsiasi momento la richiesta di valutazione.
l’IRB non ha un calendario di sedute preordinato.
Le sedute vengono fissate all’occorrenza.

  • Se sperimentazioni cliniche: seguire la procedura per la sottomissione al Comitato Etico Unico Regionale (CEUR).
  • Se progetti di ricerca o altro: inviare tutto via posta elettronica all’indirizzo dirscienti@cro.it.

I documenti firmati devono pervenire in formato pdf. Il progetto deve riportare informazioni su: ricercatori partecipanti; razionale; obiettivi; metodi; disegno dello studio; risultati attesi; consenso informato se applicabile; ogni altro documento utile. E’ richiesta lettera di accompagnamento e richiesta di parere.
Dopo la seduta ed entro sette giorni al massimo il ricercatore responsabile riceverà, in formato elettronico e cartaceo, il parere dell’IRB sottoforma di lettera in lingua inglese.

Contatti

Elettra Gislon, 0434 659282, dirscienti@cro.it

torna su
ultima modifica: 30 giugno 2017 Commenti / Suggerimenti